(troppo vecchio per rispondere)
Sesso anale...
manuele
2003-12-03 16:14:27 UTC
Salve a tutti...

Seguo questo ng con interesse, e ora ho una domanda a cui vorrei trovare
risp....

I più esperti sapranno aiutarmi.

Ringrazio anticipatamente chi avrà pazienza di rispondermi, la domanda è:

Nel sesso anale l'orgasmo che ne consegue è un fattore psicologico o è una
conseguenza a uno stimolo di quella zona???.... come se fosse vaginale
insomma??

E può essere normale lo stimolo di defecare appena dopo averlo fatto??

Per questo consigliereste di praticare sesso anale solo dopo aver
defecato??.... a intestino vuoto insomma?!!!

Scusate la schiettezza, ma non saprei come spiegarmi diversamente....

Ancora, per il pene ci sono possibili malattie dovute al contatto con i
germi dell'ano??

E se la stimolazione avvenisse anche con la lingua??!!!

E' bene non avere contatti con la vagina dopo averli avuti con l'ano???

Grazie a tutti coloro che risponderanno.

A presto....

P.S. gradirei risposte solo sul NG perchè ho problemi con la posta....
antonella
2003-12-03 18:09:14 UTC
Post by manuele
I più esperti sapranno aiutarmi.
non sono un'esperta ma forse posso aiutarti
Post by manuele
Nel sesso anale l'orgasmo che ne consegue è un fattore psicologico o è una
conseguenza a uno stimolo di quella zona???.... come se fosse vaginale
insomma??
questa è una cosa che mi chiedo anch'io
Post by manuele
E può essere normale lo stimolo di defecare appena dopo averlo fatto??
penso lo stimolo di defecare di dovuto alla stimolazione stessa dell'ano e
all'allargamento che ne consegue
Post by manuele
Scusate la schiettezza, ma non saprei come spiegarmi diversamente....
figurati meglio essere chiari e non girarci intorno
Post by manuele
Ancora, per il pene ci sono possibili malattie dovute al contatto con i
germi dell'ano??
forse perchè i germi che abbiamo nel nostro organismo sono saprofiti cioè
convivono con noi senza fare danno anzi a volte ci aiutano.Quando poi
cambiano sede vedi per esempio i rapporti anali possono causare infezioni.
come la salmonella che vive beata nel nostro intestino e ci aiuta ma quando
cambia sede fa casino(v.TIFO)
Post by manuele
E se la stimolazione avvenisse anche con la lingua??!!!
idem come sopra
Post by manuele
E' bene non avere contatti con la vagina dopo averli avuti con l'ano???
sì e qui ti rispondo per esperienza personale.A voltemi è capitato di avere
prima rapp. anali e poi vaginali e mi sono ritrovata il giorno dopo ad avere
probemi di cistite(un'infezione uro-genitale)
Post by manuele
Grazie a tutti coloro che risponderanno.
figurati!
opkins
2003-12-04 10:13:45 UTC
Post by antonella
Post by manuele
I più esperti sapranno aiutarmi.
non sono un'esperta ma forse posso aiutarti
Post by manuele
Nel sesso anale l'orgasmo che ne consegue è un fattore psicologico o è una
conseguenza a uno stimolo di quella zona???.... come se fosse vaginale
insomma??
questa è una cosa che mi chiedo anch'io
la parete carnale che divide l'ano dalla vagina è anche
responsabile della trasmissione del piacere al cervello. però nel
cervello deve trovare un, diciamo, "recettore del consenso" affinchè
lo stimolo venga interpretato e vissuto come piacere. Dipende quindi
dalla persona ed anche dal momento. Io ho un'amica che nel rapporto
anale ha un'accitazione derivante sia dallo stimolo fisico, sia dallo
stimolo verbale.
cioè, inizia senza tanta convinzione ma se sodomizzandola io mi
abbandono a chiamarla troia ed altre cose, ecco che si accende,
partecipa e gode da matti.
manuele
2003-12-04 13:45:35 UTC
Post by manuele
Post by manuele
Nel sesso anale l'orgasmo che ne consegue è un fattore psicologico
o è una
Post by manuele
conseguenza a uno stimolo di quella zona???.... come se fosse
vaginale
Post by manuele
insomma??
la parete carnale che divide l'ano dalla vagina è anche
responsabile della trasmissione del piacere al cervello. però nel
cervello deve trovare un, diciamo, "recettore del consenso" affinchè
lo stimolo venga interpretato e vissuto come piacere. Dipende quindi
dalla persona ed anche dal momento. Io ho un'amica che nel rapporto
anale ha un'accitazione derivante sia dallo stimolo fisico, sia dallo
stimolo verbale.
cioè, inizia senza tanta convinzione ma se sodomizzandola io mi
abbandono a chiamarla troia ed altre cose, ecco che si accende,
partecipa e gode da matti.
Domanda quasi personale..... ma non hai paura che un giorno tu o lei
possiate avere problemi relativi a questa pratica, dato che forse alla
maggioranza sono sconosciuti i problemi?? sinceramente non li conosco
nemmeno io, e ho tanti dubbi al riguardo.... Bisogna preoccuparsi se questa
parte del corpo viene usata in modo non proprio consono a quello per cui è
stata creata??

Grazie per le risposte
manuele
2003-12-04 16:43:44 UTC
Post by manuele
Post by manuele
Post by manuele
Nel sesso anale l'orgasmo che ne consegue è un fattore psicologico
o è una
Post by manuele
conseguenza a uno stimolo di quella zona???.... come se fosse
vaginale
Post by manuele
insomma??
la parete carnale che divide l'ano dalla vagina è anche
responsabile della trasmissione del piacere al cervello. però nel
cervello deve trovare un, diciamo, "recettore del consenso" affinchè
lo stimolo venga interpretato e vissuto come piacere. Dipende quindi
dalla persona ed anche dal momento. Io ho un'amica che nel rapporto
anale ha un'accitazione derivante sia dallo stimolo fisico, sia dallo
stimolo verbale.
cioè, inizia senza tanta convinzione ma se sodomizzandola io mi
abbandono a chiamarla troia ed altre cose, ecco che si accende,
partecipa e gode da matti.
Domanda quasi personale..... ma non hai paura che un giorno tu o lei
possiate avere problemi relativi a questa pratica, dato che forse alla
maggioranza sono sconosciuti i problemi?? sinceramente non li conosco
nemmeno io, e ho tanti dubbi al riguardo.... Bisogna preoccuparsi se questa
parte del corpo viene usata in modo non proprio consono a quello per cui è
stata creata??
Grazie per le risposte
Mi sono informato.... e ho capito che nei rapporti anali e orali
basterebbe usare sempre il preservativo e si annulla quasi totalmente il
rischio di contagio.... mi sbaglio????

Grazie
opkins
2003-12-04 20:47:14 UTC
"manuele" <***@hotmail.com> ha scritto nel messaggio news:3UGzb.162751$***@twister1.libero.it...
CUT
Post by manuele
Domanda quasi personale..... ma non hai paura che un giorno tu o lei
possiate avere problemi relativi a questa pratica, dato che forse alla
maggioranza sono sconosciuti i problemi?? sinceramente non li
conosco
Post by manuele
nemmeno io, e ho tanti dubbi al riguardo.... Bisogna preoccuparsi se questa
parte del corpo viene usata in modo non proprio consono a quello per cui è
stata creata??
risponderti non è semplice, però ci provo.

Nel tuo messaggio in sintesi proponi due quesiti che io suddivido in
questione medica e didattico-morale.
Conosco la persona non solo nell’intimo fisico ma anche in quello
morale, ho esplicitamente richiesto certificati che comprovassero il
suo stato di salute (ricambiando con miei, è chiaro). Eventuali
problematiche che potessero sorgere ugualmente sono da attribuirsi a
rischi conosciuti ed accettati. Non mi fa paura ne la morte ne la
malattia, ma i rimpianti.

Veniamo poi al “modo consono” con cui adoperare la parte interessata;
parto quasi dalla fine, premettendo che non riconosco modi consoni
capaci di vantarsi dell’evoluzione dell’Uomo, intendendo come “modo
consono” un oggetto coerente a se stesso.
Per esempio, un animale è un animale e non è consono ucciderlo per
smontarlo e farne pelli per proteggersi dal freddo, come un albero è
un albero e nessuna sua parte è nata naturalmente per essere bruciata
ed usata per riscaldarsi, così un sasso è un sasso, cioè coerentemente
una parte del suolo e non è nata per essere un’arma; di questo passo,
anche l’animale uomo, piccolo, gracile e lento, coerentemente a se
stesso sarebbe dovuto essere estinto da molto tempo, sopraffatto da
animali più grandi, più forti e più veloci di lui.

Ma cosa fa la differenza? La differenza è che noi modifichiamo il
“consono”, il “coerente” e lo trasformiamo nello strumento che ci
serve. È in questa maniera che siamo sopravvissuti e siamo evoluti.
Un sasso è un sasso? Manco per niente, un sasso è un coltello, è un
proietto, è una massa battente, è una casa.
Io (creatura umana) ho non solo la capacità di creare strumenti per
migliorare la mia vita, ma in secondo luogo trasformo la mia vita
stessa per avere più gioia e questo in accordo a due leggi
fondamentali: Ho diritto alla vita. Ho diritto a viverla nel miglior
modo possibile. Negli ultimi millenni a questi fondamentali aspetti si
è aggiunto il rispetto per il prossimo; Capire gli altri, comprendere
le loro esigenze e adoperarsi per risolvere e migliorarle ha
contribuito a rendere questa civiltà meritevole di esistere.

Ora, manuele, io spero che tu comprenda il mio naturale desiderio di
ottenere un legittimo piacere nel vivere, usando tutto ciò di cui
dispongo, nel mio diritto e nel diritto del mio prossimo.
Io e la mia compagna / amante, usiamo tutto il nostro insieme
anima/corpo per dare e ricevere piacere, vicendevolmente ed
armonicamente, riconoscendo a tutti i nostri organi il pieno diritto a
manifestarsi ed a relazionarsi sia sul piano del “consono”, sia su
quello legittimato dalla nostra stessa esistenza, cioè la
“trasformazione dello strumento”.

In parole povere, per una semplice bestia dipendente dall’istinto, un
culo è solo la via della defecazione, ma per la creatura umana un culo
può essere una delle sette porte del Paradiso e su di esso si sono
scritti fior di poemi, si son combattute guerre e non puoi nemmeno
immaginare quanti culi di donna hanno realmente governato, nei secoli
dei secoli.
opkins
2003-12-04 20:50:49 UTC
"manuele" <***@hotmail.com> ha scritto nel messaggio news:4vJzb.163211$***@twister1.libero.it...
cut
Post by manuele
Mi sono informato.... e ho capito che nei rapporti anali e orali
basterebbe usare sempre il preservativo e si annulla quasi
totalmente il
Post by manuele
rischio di contagio.... mi sbaglio????
dici giusto, il preservativo è meccanicamente un "separatore
ambientale" cioè disgiunge le parti impedendo scambi ed allo stesso
tempo riporta abbastenza fedelmente le sensazioni.
manuele
2003-12-04 21:50:24 UTC
Post by opkins
CUT
Post by manuele
Domanda quasi personale.....
CUT
Post by opkins
risponderti non è semplice, però ci provo.
Nel tuo messaggio in sintesi proponi due quesiti che io suddivido in
questione medica e didattico-morale.
Conosco la persona non solo nell'intimo fisico ma anche in quello
morale, ho esplicitamente richiesto certificati che comprovassero il
suo stato di salute (ricambiando con miei, è chiaro). Eventuali
problematiche che potessero sorgere ugualmente sono da attribuirsi a
rischi conosciuti ed accettati. Non mi fa paura ne la morte ne la
malattia, ma i rimpianti.
Veniamo poi al "modo consono" con cui adoperare la parte interessata;
parto quasi dalla fine, premettendo che non riconosco modi consoni
capaci di vantarsi dell'evoluzione dell'Uomo, intendendo come "modo
consono" un oggetto coerente a se stesso.
Per esempio, un animale è un animale e non è consono ucciderlo per
smontarlo e farne pelli per proteggersi dal freddo, come un albero è
un albero e nessuna sua parte è nata naturalmente per essere bruciata
ed usata per riscaldarsi, così un sasso è un sasso, cioè coerentemente
una parte del suolo e non è nata per essere un'arma; di questo passo,
anche l'animale uomo, piccolo, gracile e lento, coerentemente a se
stesso sarebbe dovuto essere estinto da molto tempo, sopraffatto da
animali più grandi, più forti e più veloci di lui.
Ma cosa fa la differenza? La differenza è che noi modifichiamo il
"consono", il "coerente" e lo trasformiamo nello strumento che ci
serve. È in questa maniera che siamo sopravvissuti e siamo evoluti.
Un sasso è un sasso? Manco per niente, un sasso è un coltello, è un
proietto, è una massa battente, è una casa.
Io (creatura umana) ho non solo la capacità di creare strumenti per
migliorare la mia vita, ma in secondo luogo trasformo la mia vita
stessa per avere più gioia e questo in accordo a due leggi
fondamentali: Ho diritto alla vita. Ho diritto a viverla nel miglior
modo possibile. Negli ultimi millenni a questi fondamentali aspetti si
è aggiunto il rispetto per il prossimo; Capire gli altri, comprendere
le loro esigenze e adoperarsi per risolvere e migliorarle ha
contribuito a rendere questa civiltà meritevole di esistere.
Ora, manuele, io spero che tu comprenda il mio naturale desiderio di
ottenere un legittimo piacere nel vivere, usando tutto ciò di cui
dispongo, nel mio diritto e nel diritto del mio prossimo.
Io e la mia compagna / amante, usiamo tutto il nostro insieme
anima/corpo per dare e ricevere piacere, vicendevolmente ed
armonicamente, riconoscendo a tutti i nostri organi il pieno diritto a
manifestarsi ed a relazionarsi sia sul piano del "consono", sia su
quello legittimato dalla nostra stessa esistenza, cioè la
"trasformazione dello strumento".
In parole povere, per una semplice bestia dipendente dall'istinto, un
culo è solo la via della defecazione, ma per la creatura umana un culo
può essere una delle sette porte del Paradiso e su di esso si sono
scritti fior di poemi, si son combattute guerre e non puoi nemmeno
immaginare quanti culi di donna hanno realmente governato, nei secoli
dei secoli.
Sei stato chiaro, hai spiegato molto bene il tuo concetto.

Rispetto la tua idea qualunque essa sia, perchè così è giusto fare e perchè
sai tutto quello che l'azione comporta, e forse condivido anche, posso
dirlo, tanto è un NG libero, no?? ;-)

L'ultima domanda, per favore.....

Mi elenchi le altre 6 possibili porte del paradiso??

E' una domanda seria.... non ho mai sentito parlare di 7 porte del paradiso
e vorrei conoscerle.... tutto quà.

Grazie anticipate
opkins
2003-12-04 22:51:46 UTC
"manuele" <***@hotmail.com> ha scritto nel messaggio news:A_Nzb.168805$***@twister2.libero.it...
super cut
Post by manuele
Sei stato chiaro, hai spiegato molto bene il tuo concetto.
Rispetto la tua idea qualunque essa sia, perchè così è giusto fare e perchè
sai tutto quello che l'azione comporta, e forse condivido anche, posso
dirlo, tanto è un NG libero, no?? ;-)
L'ultima domanda, per favore.....
Mi elenchi le altre 6 possibili porte del paradiso??
E' una domanda seria.... non ho mai sentito parlare di 7 porte del paradiso
e vorrei conoscerle.... tutto quà.
Grazie anticipate
era più un'immagine coreografica. non è che non ci siano, ci sono
7 porte per il paradiso e 7 porte per l'inferno, ma appartengono alle
letteratura, alla poesia, alla religione ecc. Dante vede le 7 porte
dell'inferno intorno al V canto (mi pare), per i religiosi cristiani
puoi guardare alle sette chiese dell’Apocalisse di S.Giovanni (ogni
chiesa una porta).

Vuoi parlarne sul serio? Allora io non credo che ci siano, ne quelle
infernali ne quelle paradisiache.

Ascoltami: io credo in Dio, ma non sono religioso, credo che se
abbiamo un corpo lo dobbiamo alla componente fisica di questo universo
e se abbiamo un'anima essa proviene dalla componente spirituale
dell'universo. la mia genitrice, prima ancora di mia madre è la Terra
e mio genitore, prima ancora di mio padre è lo spirito dell'Universo.
in questo noi siamo figli di Dio.
Poi, che vuoi, il concetto di Dio su questo mondo è proprio contorto.

Le sette porte infernali sono: avarizia; gola; ira; orgoglio;
lussuria; invidia; pigrizia.
Le sette porte del paradiso sono: prudenza; temperanza; speranza;
fede; giustizia; carità; fortezza.

Ma ti sconsiglio di cercare l’entrata di una di queste porte perché
ognuna di esse ti farà solamente entrare nella grande prigione del
GIUDIZIO. La ricerca di Dio non ha una direzione, Dio non esiste lì o
la, tutto è Dio, egli è equidistante ed allora, se Dio è costantemente
equidistante da te, come pensi di avvicinarti od allontanarti? La
risposta esiste, però non è questa la sede.
Ti consiglio di amare tutto e tutti e di non cercare altro, tanto cosa
potrai mai portarti appresso se non i sentimenti? La vita è uno
strumento, usala per il meglio.


dai, finisco con un pensiero di Leonardo da Vinci:
"così come una giornata ben spesa da lieto dormire, una vita ben spesa
da lieto morire"